martedì 1 maggio 2007

Paure

Qualche tempo fa ho parlato di una relazione segreta tra un mio amico e una compagna di tango. La relazione si è evoluta: oltre al solo sesso è cominciata una relazione "in embrione"; passeggiate, telefonate... Risultato? Quell'imbecille del mio amico ha rovinato tutto! Frustrato da non so bene cosa, stressato da non so bene chi, "cuor di leone" ha posto fine alla storia facendosi lasciare. Lo conosco bene e so quanto ci stia male:
Io: "Scusa se ti dispiace così tanto: perchè lo hai fatto?"
Lui: "Perchè sono un imbecille!"
Io: "Questo era già noto... ma perchè lo hai fatto?"
Lui: "Non lo so: che devo fare?"
Io: "Chiedile perdono in una qualunque forma che comprenda lo strisciare per terra come un verme!"
Lui: "Non mi vuole più sentire!"
Io: "Dalle torto?!"
Lui: "Me lo merito..."
Io: "Ti meriti che? Te la sei cercata da solo!"
(e via così...)
Non è la prima volta che vedo una situazione del genere e non è nemmeno una reazione esclusivamente maschile (è capitata a me a parti invertite). Mi chiedo di che abbiamo paura? Capisco la paura a dichiararsi ad un'altra persona, comprendo l'ansia per il futuro, mi persuado che una relazione possa finire per 1000 motivi, ma chiudere una storia solo perchè si ha paura di andare avanti o perchè ci si sente inadeguati è folle: è più serio non cominciarla nemmeno; in questo modonon si danneggia un'altra persona e si evita di stare male due volte, per te e per il male che hai fatto all'altra/o...
Perchè siamo sempre in grado di incasinarci la vita oltre ogni misura?

2 commenti:

  1. Forse per lo stesso motivo per cui Beautiful va in onda da ben 20 anni...

    RispondiElimina

Per favore non dimenticate di inserire il vostro nome o nickname e un riferimento al vostro blog... non amo i commenti anonimi per cui firmatevi. Per evitare spam i commenti ai post più vecchi di 15 giorni sono moderati: non verranno, dunque, visualizzati immediatamente.

Related Posts with Thumbnails